Unisciti a più di 1100 investitori nel crowdfunding di BUX. La fase pubblica è ora attiva!🚀

6-10 giugno | BCE: perché mai preoccuparsi del rialzo dei tassi?

Con un’inflazione record dell’8,1% nell’Eurozona e del 6,9% in Italia a maggio, questa settimana tutti gli occhi saranno puntati sull’istituzione per eccellenza: la Banca Centrale Europea. Si prevede infatti che la BCE riveli il suo nuovo piano d’attacco per contrastare gli effetti negativi dell’aumento generalizzato dei prezzi sul potere d’acquisto degli europei. Come affrontare il tema investimenti in un clima economico come questo?

I tassi sono destinati a salire

Dopo dieci anni di tassi d’interesse storicamente bassi, che attualmente oscillano tra il -0,5% e lo 0,25%, la Banca Centrale Europea dovrebbe decidere un rialzo dei tassi giovedì 9 giugno. L’impatto diretto è il seguente: aumenteranno i tassi dei prestiti bancari per l’acquisto di immobili, per gli investimenti nella crescita e nella produzione di un’azienda o per qualsiasi altro tipo di credito. Questo fenomeno è destinato a portare a un calo della domanda, che alla fine dovrebbe stabilizzare i prezzi (almeno questo è l’effetto previsto).

A differenza di un aumento dei tassi più significativo da parte della Federal Reserve statunitense, il presidente della BCE Christine Lagarde vuole concentrarsi sulla graduazione e sull’equilibrio per non rallentare troppo l’economia e portare la zona euro in recessione. Quindi è tutta una questione di dosaggio!

Un piccolo calo di energia?

L’unico aspetto negativo di questo piano è l’aumento dei prezzi dell’energia causato dalla guerra in Ucraina. L’economista francese Stéphanie Villers spiega che l’inflazione dei prezzi dell’energia è difficile da gestire perché il problema è causato da attori esterni alla zona euro (in questo caso la Russia).

Fa un paragone con gli Stati Uniti, dove l’inflazione è più un fenomeno interno, in quanto causata dall’aumento dei salari. Una politica di aumento dei tassi ha quindi un impatto maggiore quando la causa dell’aumento dei prezzi è interna.

Come investire in questo contesto

Queste nuove decisioni comportano nuovi aggiustamenti per il tuo prezioso portafoglio. Ecco i punti da ricordare:

  • Attenzione ai titoli legati alle grandi banche europee che beneficeranno dell’aumento dei tassi d’interesse: il gruppo BNP Paribas, ad esempio, potrebbe realizzare utili ancora più consistenti dopo un anno già record nel 2021 per il gruppo (utili in aumento del 19% su base annua).
  • Puoi quindi considerare gli ETF che ti proteggono dagli effetti negativi dell’inflazione, come l’USD Inflation-Linked Bonds ETF (Lyxor).
  • Diversificate a fondo! È possibile investire in ETF che coprono aree geografiche meno influenzate dalle decisioni della BCE, o semplicemente investire in panieri altamente diversificati di azioni come l’All Country World Index (Xtrackers) o il All World Index ETF (Lyxor).
  • Infine, tieni conto che un aumento dei tassi di interesse potrebbe rafforzare l’euro rispetto al dollaro.

Da non perdere: la WWDC di Apple

Cambiamo rapidamente argomento e parliamo dell’evento da seguire dal 6 al 10 giugno: l’Apple Worldwide Developers. Durante questi cinque giorni di conferenze rivolte agli sviluppatori e agli appassionati del marchio, il gruppo Apple dovrebbe annunciare l’uscita di nuovi prodotti, tra cui un nuovo e potentissimo iMac, o un rinnovamento della gamma Macbook. Anche alcune innovazioni puramente software potrebbero far parte di questa grande festa tecnologica. Questa è l’occasione giusta per tenere d’occhio il prezzo delle azioni Apple, che dovrebbe essere in movimento!

Calendario economico e dei risultati

Martedì – Bilancia commerciale USA (aprile). Dati trimestrali di United Natural Foods.

Mercoledì – Bilancia commerciale francese e austriaca (aprile). Crescita del PIL e tasso di disoccupazione nella zona euro (primo trimestre). Produzione industriale in Irlanda (aprile). Risultati trimestrali di SoiTec.

Giovedì – Tassi di inflazione nei Paesi Bassi e in Irlanda (maggio). Decisione sui tassi di interesse della BCE. Dati settimanali sulla disoccupazione negli Stati Uniti. Risultati trimestrali NIO.

Venerdì – Tasso d’inflazione spagnolo (maggio). Produzione industriale italiana (aprile). Tasso di inflazione USA (maggio).

A presto per una nuova pagina della nostra agenda di borsa. Nel frattempo, buona settimana sui mercati!

Questo articolo di BUX è stato scritto da Clémentine Pougnet.

Tutte le opinioni e le analisi espresse in questo articolo non devono essere considerate come consigli di investimento personali e ogni investitore dovrebbe prendere le proprie decisioni individuali o chiedere una consulenza indipendente. Questo articolo non è stato redatto in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca sugli investimenti ed è considerato una comunicazione di marketing.

Caricamento in corso